Cucina rumena: ricette tipiche della Romania

La cucina rumena, con le sue ricette tipiche è molto semplice, basata su piatti saporiti e facili da preparare, quasi tutti a base di carne, verdure o pesce. La cucina romena ha avuto molte influenze delle cucine dei paesi limitrofi, soprattutto turche.

Gli Antipasti della cucina rumena

Gli Antipasti della cucina rumena (chiamati gustari), sono piatti semplici, in genere a base di verdura, formaggi, carne sotto forma di insaccati o pesce. tra questi la salată de vinete tocate(melanzane alla fiamma)le icre negre (uova di carpa trasformate in una salsa saporitissima). Altre tipologie di antipasti tipici sono i formaggi, varie tipologie di insaccati, olive ed ortaggi sottaceto. I formaggi più famosi sono la brânza de burduf (un formaggio di pecora), il caşcaval (caciocavallo) e l’urdă (un formaggio di latte di pecora).

I primi piatti della cucina rumena

I primi piatti della cucina rumena sono la ciorba (ciorbă) o la zuppa (supă): la ciorba è una minestra preparata con verdure e carne, mentre la zuppa è un brodo di carne, ma senza verdure. Nella preparazione della ciorba si possono aggiungere degli ingredienti acidi, come limoni, borş (crusca fermentata), panna acida (“smântână”) o zeamă de varză acră (succo di crauti). Le varietà di ciorba che si cucinano nelle varie zone della Romania sono tantissime, quindi se decidete di assaggiare un menù tipico della Romania, non avrete che l’imbarazzo della scelta. Ecco una selezione dei principali tipi di ciorba:
ciorbă de burtă (ciorbă con trippa)
ciorbă de perişoare (ciorbă con polpette di carne)
ciorbă de legume (ciorbă di verdure)
ciorba de fasole ardeleneasca
ciorbă de ştevie (ciorbă con Rumex patientia)
ciorbă de viţel (ciorbă di vitello)
ciorbă de văcuţă (ciorbă con carne bovina)
ciorbă de pui (ciorbă di pollo)
ciorbă de conopidă (ciorbă di cavolfiore)
ciorbă de potroace (ciorbă con frattaglie e interiora di gallinacei)
ciorbă de dovleac (ciorbă di zucca)
ciorbă de peşte (ciorbă di pesce)
ciorbă de urzici (ciorbă di ortiche)

I secondi piatti tipici della Romania

I secondi piatti tipici della Romania sono a base di carne o pesce con tanta varietà di scelta. Si preparano con tutti i tipi di carne (pollo, tacchino, abbacchio, coniglio, vitello, suino, orso, capriolo). Richiedono di solito diverse ore di cottura e le modalità di preparazione sono diverse da regione a regione. Tra i secondi piatti tipici della Romania, abbiamo:

Salată de boeuf: (insalata ”russa” con carne, servito spesso come antipasto)
Salată de vinete: (insalata di melanzane)
Zacuscă:  piatto di verdure sotto forma di conserva
Musaca: specialità di carne di maiale tritata e speziata con aglio e peperoncino.
Tochitură: carne di maiale, formaggio di pecora, uova, aglio, polenta (mămăligă).

Mititei o Mici: polpette di forma cilindrica di carne di manzo (talvolta mescolata con maiale o pecora) condita con aglio e pepe nero (a volte peperoncino) e una spezia chiamata Cimbru (il timo). Sono cucinati sulla griglia e possono essere serviti con senape, o con altre salse locali.
Sarmale: involtini di foglie di verza o di vite farciti con macinato di carne di maiale, riso, più altre verdure e sapori.
Fasole cu cârnați: fagioli con salsiccia affumicata.
Frigarui: carne marinata e cotta allo spiedo (analoga ai classici “spiedini”).

I contorni della cucina rumena

I contorni della cucina rumena sono costituiti da insalate verdi (per esempio: insalata di pomodori, cetrioli e cipolla verde). Specialmente nei periodi autunnali e invernali, ai secondi vengono abbinati i sottaceti (peperoni rossi, cetrioli) e la tipica verza condita e fermentata, conservata per mesi in vasi ermeticamente chiusi (una tipica ricetta antica usata anche per i pomodori verdi ed i cocomeri).

I dolci tipici della cucina rumena

Tra i dolci tipici della cucina rumena abbiamo:
Il cozonac: dolce tipico della gastronomia rumena, consumato prevalentemente durante il periodo pasquale. Si tratta di una torta a forma di parallelepipedo farcita con canditi, cacao e noci.
Il saraille: un dolce tradizionale della cucina rumena. Si tratta di un dolce composto di pasta di mandorle ed inzuppato nel rum.

I Vini della Romania

I Vini della Romania: Per quanto riguarda i vini, la Romania vanta eccellenti vitigni autoctoni tra cui il più antico è quello di Cotnari, risalente a prima del 1448.

Tra i vini prodotti in Romania si segnalano l’Aligote, il Sauvignon Blanc di Sarica Niculitel o di Murfatlar, il Merlot di Murfatlar o il Cabernet Sauvignon di Sarica Niculitel o di Oltina.

In Valacchia, grazie alla temperatura mite delle coste di Valea Mare e Stefanesti, si producono dei vini leggeri e secchi come il Sauvignon Blanc, il Riesling, il Feteasca Alba o Neagra, il Merlot o il Cabernet Sauvignon.

Con i piatti di carne si consigliano vini come il Cadarca o Kadarca di Minis, il Feteasca Regala de Recas o il Merlot di Uricani.
Da gustare anche alcuni vini ideali per accompagnare i dolci romeni, come il Feteasca Alba o il Moscato di Odobesti.

Grappe rumene


Grappe rumene: I superalcolici, tipo grappa e acquavite, in Romania sono serviti come aperitivo per “aprire lo stomaco”. Tra questi abbiamo la tuica (una grappa di prugne) e la palinca (alcol di frutta distillato tre volte fino ad arrivare a 70 – 80°).

Oltre alle grappe, abbiamo i liquori (alcol in cui sono lasciati a macerare vari tipi di frutta soprattutto amarene o visciole, ciliege, mirtilli o fragole o erbe aromatiche: sambuco, finocchio selvatico ecc).

Abbiamo inoltre i “rachiuri din fructe”, la “tescovina” e il “vinari”. Tutte queste grappe sopra citate sono registrate presso il registro dell’Unione Europea degli alcolici D.O.C.

Please follow and like us: