Festa Nazionale della Romania si festeggia il centenario

Festa Nazionale della Romania si festeggia il centenario
Festa Nazionale della Romania si festeggia il centenario

Festa Nazionale della Romania si festeggia il centenario. Ricorre quest’anno il centenario che ricorda la formazione (il 1 dicembre 1918) dello stato nazionale romeno moderno. Si commemora infatti la Dichiarazione di Alba Iulia, con cui l’assemblea dei delegati rumeni dichiarò l’Unione della Transilvania alla Romania, nel 1918. 

Questa festività fu instaurata nel 1989 per commemorare l’unificazione con la Transilvania, le province della Bessarabia e della Bucovina con il Regno di Romania nel 1918. In questo giorno solenne viene celebrata la pagina più rilevante della storia della Romania. Una pagina che segnò l’unificazione nazionale definitiva e la nascita della Grande Romania. Una nazione che riuniva sotto un’unica bandiera la maggioranza dei popoli di lingua romena. 

Dal 1990, dopo il crollo della dittatura comunista, il 1 Dicembre è stata celebrata la Festa Nazionale della Romania. Questa festa è ancora più ricca di significato perché questo giorno ha riacquisito la sua importanza storica dopo la caduta del regime totalitario di Ceausescu. Dal 1991, il 1 dicembre è ridiventato la festa nazionale del popolo romeno. 

L’atto politico è stato il risultato della politica estera romena e della partecipazione della Romania alla Prima Guerra Mondiale, tra il 1916 e il 1918, accanto alla Francia, Inghilterra, Russia e agli Stati Uniti. Nel contesto dello smembramento degli imperi multinazionali, ottomano e asburgico, della rivoluzione bolscevica in Russia e della proclamazione del presidente statunitense Thomas Woodrow Wilson sui diritti delle nazioni, sulle rovine di questi imperi nacquero nuovi stati nazionali.

Festa Nazionale della Romania:

“Avevamo ormai quello che fu chiamato la Grande Romania. Un paese che aveva più che raddoppiato la sua superficie e popolazione e che includeva la maggioranza dei parlanti di lingua romena”, ricordava lo storico Neagu Djuvara.

È vero, il territorio e la popolazione della Romania raddoppiarono in seguito all’unione delle province storiche fino a 300 mila km quadri e oltre 14 milioni di abitanti. Oggi questa festa è ancora più ricca di significato perché questo giorno ha riacquisito la sua importanza storica dopo la caduta del regime totalitario di Ceausescu. 

Romania, un Paese del quale non si parla molto, eppure, per certi versi, ha avuto dei trascorsi storici simili a quelli dell’Italia. Passò infatti da provincia dell’Impero Romano, nell’era antica, a territorio diviso in principati nel Medioevo, per poi raggiungere l’unità nazionale. Invasa dalla Germania nazista prima e sottomessa ad una super potenza, poi, la Romania ha saputo però liberarsi dal giogo antidemocratico per poi diventare membro dell’Unione Europea.  Oggi è un territorio che attira, grazie al suo sistema fiscale, numerosi imprenditori dell’Europa Occidentale.
Ben venticinque statue della lupa capitolina dominano parchi e piazze di altrettante città della Romania, che sembrano quasi sigillare una sorta di “fratellanza” con l’Italia dell’antichità.

Buon Compleanno Romania!

1 Dicembre 2017 Festa Nazionale della Romania

Please follow and like us: