Gli itinerari più interessanti dei Carpazi in Romania

Gli itinerari più interessanti dei Carpazi in Romania
Gli itinerari più interessanti dei Carpazi in Romania

Gli itinerari più interessanti dei Carpazi in Romania: non importa quanti giorni tu abbia riservato alla tua vacanza in Romania: ovunque volgerai lo sguardo sulla cartina, troverai una miriade di luoghi affascinanti e storie che ti invitano a scoprirli. Dal Mar Nero alla Dobrugia, dai Monti Carpazi alla Transilvania, passando per le pianure della Muntenia, le colline del Banato e gli altipiani della Moldavia, le regioni della Romania sono caratterizzate da una grande varietà geografica, che conferisce loro unicità e permette alla natura di assumere forme inattese, da esplorare in dettaglio, perché tu possa conoscere il paese secondo le tue intenzioni iniziali. Gli elementi pittoreschi sono dati anche dalle tradizioni che conservano la loro vecchia patina e ti riportano a tempi più pacati e pazienti. Inoltre, parte del fascino della Romania trae origine dalla sua architettura raffinata, che rispecchia fedelmente le epoche storiche, intrecciandosi in una combinazione di antico, nuovo, spiritualità e natura urbana. Ma se durante la tua vacanza hai deciso di cogliere un determinato aspetto di quanto c’è di bello in Romania, un itinerario ben tracciato che comprenda i tuoi obiettivi potrebbe tornarti di grande aiuto. Qui di seguito ti presentiamo alcuni percorsi turistici che ti permetteranno di esplorare meglio questo paese.
Gli itinerari più interessanti dei Carpazi in Romania 1:
Nel cuore del paese, tra le cime innevate dei Monti Carpazi, la storia e le tradizioni si sono fuse con le bellezze naturali e la creatività architettonica, dando vita a una delle più belle regioni della Romania, la Transilvania. Inizia il tuo viaggio transilvano partendo da Sibiu, capitale europea della cultura nel 2007 (insieme a Lussemburgo), per scoprire una delle più belle città romene. Se vuoi sentire l’atmosfera medioevale che ancora la pervade, trova il tempo di fare una passeggiata nella Piazza Grande, nelle vecchie stradine lastricate che serpeggiano tra le case e i monumenti eretti nello stile germanico del XVII secolo, e poi sul Ponte delle Menzogne, costruito nel 1859. Non mancare di visitare l’imponente Palazzo Brukenthal, simbolo della città, per ammirare le più preziose opere d’arte di Sibiu. Prendi, poi, la via di Brașov, altra città in stile germanico situata ai piedi del Monte Tâmpa, famosa per la bellezza della sua architettura. La Piazza del Consiglio, nel centro città, è il punto in cui con unisce una serie di stradine dalle case eleganti, caratterizzata da negozi e ristoranti invitanti. Per capire meglio lo spirito della città, devi visitare la Chiesa Nera, simbolo dello stile architettonico gotico in Romania, come anche via della Corda (Strada Sforii), larga appena 130 cm. E se hai voglia di immergerti in un’atmosfera giovane, fai tappa a Cluj-Napoca, secondo centro universitario del paese dopo Bucarest, che conta 10 università di prestigio e 60.000 studenti ogni anno. Se dopo le passeggiate cittadine hai voglia di un po’ di storia e atmosfere rustiche, dirigiti verso la Țara Bârsei nel sud-est della Transilvania, per visitare le chiese- fortezza incluse nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, che conservano ancora la loro struttura medioevale.
Gli itinerari più interessanti dei Carpazi in Romania 2: Comincia questo viaggio nel distretto di Brașov dove, in un luogo discosto dalla strada che collega la più grande città della regione, Brașov, con la città di Sighişoara, si trova il villaggio di Viscri, con una delle più spettacolari chiese fortezza sassoni. La chiesa a sala romanica fortificata, ben conservata, è stata costruita sulle fondamenta di una cappella romanica in bianca pietra calcarea. Sempre nel distretto di Brașov, fa una sosta a Prejmer e alla sua chiesa fortezza, eretta in stile gotico burgundo dai cavalieri teutonici nella metà del sec. XIII. Il luogo di culto è circondato da solide forti cazioni (d’altronde, Prejmer è la più poderosa chiesa-fortezza dell’Europa orientale), con mura alte 12 m e un dispositivo da combattimento all’avanguardia per l’epoca: l’Organo della morte, formato da una serie di armi che potevano essere attivate all’unisono. Riprendi poi la via di Sibiu, dove sorge la monumentale chiesa a sala di Biertan. La parte più interessante dell’edificio è la sagrestia, dotata di un complicato sistema formato da 19 chiusure, premiato all’Esposizione Universale di Parigi del 1900. Le fortificazioni, formate da tre fila di mura, sono ritenute le più resistenti dell’intera Transilvania.
Gli itinerari più interessanti dei Carpazi in Romania 3: Non lontano, nel distretto di Alba, troverai la chiesa- fortezza evangelica di Câlnic, eretta nel XVI secolo. Le torri della fortificazione si stagliano sopra il campanile. Concludi il tuo giro nel distretto di Harghita, a Dârjiu, dove la chiesa-fortezza unitariana ospita una preziosa raccolta di pitture murali.
Dirigiti poi verso il distretto di Hunedoara, nel sud-ovest della Transilvania, e visita l’imponente Castello degli Hunyadi, unico nella zona per l’architettura in stile gotico francese. Nel cortile del castello, accanto alla cappella, si trova un pozzo profondo 30 metri.
La leggenda narra che fosse stato scavato da tre prigionieri turchi, ai quali era stata promessa la libertà quando fossero arrivati alla falda freatica. Adesso il castello è un museo.
Per terminare questo articolo su “Gli itinerari più interessanti dei Carpazi in Romania”, vi presento due video-documentario sui Carpazi veramente interessanti:
Parte 1

 
parte 2

Fine prima parte… a breve sarà pubblicato la continuazione di questo interessante articolo.
 

Please follow and like us: